BLOG RAGIONATO

Quali impianti a parete potresti incontrare nei tuoi lavori e come nasconderli

Negli ambienti che ci circondano, sono presenti diversi impianti a soffitto, ma potrebbe anche capitare di doverne collocare alcuni nelle contro-pareti.

Sarà quindi necessario trovare un sistema per nasconderli in maniera efficace ma anche funzionale, per renderli ispezionabili nel tempo.

  Quali sono le situazioni dentro casa o in altri ambienti, anche esterni, che necessitano una chiusura per nascondere un impianto a parete?

 Ecco alcuni esempi specifici:

  • contatori
  • valvole
  • utenze
  • collettori
  • derivazioni elettriche
  • umidificatori
  • deumidificatori
  • ventilazione meccanica controllata (VMC)
  • filtri
  • pompe di calore
  • boiler

Gli impianti a soffitto andranno chiusi con una botola; come il termine stesso suggerisce, la botola si posa in orizzontale, quindi in questo caso a soffitto.

Gli impianti a parete, non potranno essere chiusi con una botola; necessitano di un altro sistema. 

Avrai sicuramente sentito parlare degli sportelli filo muro, noi parliamo di ante A FiLO. 

A differenza della botola, l’anta non è estraibile con un solo movimento

Proprio per questo risulta comoda laddove si deve accedere all’impianto per regolarlo, azionarlo o manutenerlo: basterà aprire l’anta, lavorare all’impianto e richiuderla. 

Se l’anta fosse estraibile con un solo gesto, come la botola, si andrebbe a creare una certa difficoltà al momento dell’estrazione.

Infatti, quando si tratta di impianti a parete, si parla di situazioni che potrebbero necessitare anche di un intervento da parte di una persona  “comune”, ovvero non del mestiere, non un impiantista per intenderci.

Sul mercato, a proposito di sportelli troverai una gran confusione. Nel senso che ti verranno indistintamente proposti sportelli in grado di chiudere qualsiasi cosa: impianti, nicchie, ripostigli, spazi vuoti e residui, armadi, sottoscala, ecc.

Ma come fa un prodotto a poter fare queste cose disparate in maniera sempre efficace?

Non sarebbe meglio fare affidamento su una chiusura pensata e progettata appositamente per gli impianti a parete?

Ecco, come per la GIGAbotola, pensata per chiudere i grandi impianti a soffitto, ti presento ANTECHA, pensata per chiudere gli impianti a parete

La caratteristica fondamentale che dovrebbe farti scegliere ANTECHA è l’agilità di posa. Si tratta dell’anta più facile e veloce da posare grazie ai suoi telai di spessore diverso e ad altri dettagli tecnici pensati da esperti del cantiere a secco. 

Essendo per impianti, inoltre, ANTECHA è realizzata in composito di alluminio (applicato a un apposito telaio che rende l’anta resistente e davvero A FiLO). Allo stesso tempo, questo tipo di anta è anche realizzabile con fori o fessure per il passaggio dell’aria in caso di bisogno. 

Le caratteristiche tecniche permettono a ANTECHA di essere adatta anche all’esterno o in presenza di umidità particolare, quindi DAVVERO PROGETTATA PER GLI IMPIANTI.